Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

Gemmo SpA  »  AREA NEWS  »  Gemmo si aggiudica il servizio di illuminazione pubblica a Terracina

Firmato l'accordo che legherà il comune laziale a Gemmo SpA per i prossimi 12 anni

Arcugnano – Vicenza, 4 Febbraio 2013 – Il Comune di Terracina ha deliberato di affidare all’ATI di cui Gemmo SpA è mandataria la gestione globale degli impianti di pubblica illuminazione, compresa la fornitura di energia.


Il contratto, della durata di 12 anni, comprende:


• fornitura dell’energia elettrica
• gestione ordinaria degli impianti di pubblica illuminazione e semaforici, servizi di supporto alla gestione
• manutenzione programmata preventiva, correttiva e pronto intervento per la messa in sicurezza degli impianti
• interventi di riqualifica energetica ed artistica, nuove tecnologie efficaci, efficienti ed innovative
• interventi finalizzati alla messa in sicurezza, all’adeguamento normativo e tecnologico.

 

“Coniugare efficienza con innovazione, per eliminare sprechi e contribuire al risparmio energetico: questo il significato più profondo del nuovo servizio di Pubblica Illuminazione che offriremo alla città di Terracina. Gemmo ha un’expertise ventennale nel settore della Pubblica Illuminazione, focalizzata su un modello di gestione che attraverso tecnologie altamente innovative offre un livello di efficientamento energetico senza confronti e che assicura una significativa riduzione delle spesa pubblica complessiva. Il progetto che abbiamo sviluppato per Terracina è, per livello di innovazione e servizio al cliente, conforme ai più alti standard italiani ed europei”, ha dichiarato Giuseppe Tomarchio, Direttore Generale di Gemmo Spa.

 

Interventi di riqualificazione energetica


La riqualificazione riguarda la sostituzione di circa 4.000 apparecchi illuminanti e l’installazione di n. 10 sistemi per la regolazione del flusso luminoso. Verranno sostituiti le armature stradali, artistiche e i globi a tecnologia tradizionale con equivalenti apparecchi con tecnologia LED, per un totale pari a circa l’85% dei corpi illuminanti presenti sul territorio del Comune di Terracina.

 


I corpi illuminanti con tecnologia LED assorbono minore potenza e offrono una maggiore resa cromatica. In questo modo si calcola che il consumo totale annuo degli impianti passerà da MWh 4.896,57 a MWh 1.667,99, con un risparmio energetico annuo pari al 66% (3.228,54 MWh), per circa 603,73 TEP/anno Tonnellate Equivalenti di Petrolio (TEP) risparmiate. Inoltre, in conformità con la legge regionale del Lazio n.23 del 13.4.2000 per la riduzione dell’inquinamento luminoso, l’utilizzo di corpi illuminanti di tipo cut-off eviterà ogni forma di irradiazione di luce artificiale rivolta direttamente o indirettamente verso la volta celeste.

Gli interventi di messa a norma e in sicurezza ed adeguamento tecnologico riguarderanno la sostituzione di 120 sostegni ammalorati e di 20 quadri di comando e protezione, l’installazione di una centralina di controllo remoto in ogni quadro di comando, di 50 moduli Wi-Fi (hotspot wireless) distribuiti per il territorio comunale e di 25 moduli per la videosorveglianza distribuiti sul territorio comunale. L’ATI ha inoltre offerto l’intervento di riattivazione e riqualificazione impianto di illuminazione della zona Lungomare e l’illuminazione artistica dei palazzi storici di Piazza del Municipio


Gestione dei servizi


Essa avverrà attraverso l’utilizzo di una piattaforma informatica proprietaria di Gemmo che mediante un Portale Web consentirà:
• la programmazione degli interventi, calendarizzazione e monitoraggio dello stato degli interventi
• la geolocalizzazione degli impianti con anagrafica tecnica e censimento
• il telecontrollo degli impianti, che comprende:
1. gestione dell’accensione e dello spegnimento dell’impianto seguendo il ciclo solare per massimizzare l’utilizzo della luce naturale e possibilità di poter programmare preventivamente orari di accensioni e spegnimento in situazioni particolari ed in luoghi critici (senza ulteriori oneri per l’Amministrazione)
2. gestione mirata e differenziata di singoli impianti e corpi illuminanti in funzione dei diversi ambiti di servizio e localizzazioni
3. controllo costante dell’effettivo stato dell’impianto (acceso o spento) e analisi on-line
4. rilevazioni real-time di consumi anomali (con susseguente riduzione di rischi per la sicurezza)
5. rilevazione e trasmissione periodica alla sala controllo delle caratteristiche della linea.


Segnalazione guasti


Numero Verde dedicato per segnalazione guasti: 800.33.99.29
Fax Verde dedicato per segnalazione guasti: 800.33.88.12
Il servizio è operativo tutti i giorni h24; il contact center con operatore è attivo nei giorni feriali dalle 9.00 alle 17.00. Dalle 17.00 alle 9.00 dei giorni feriali, il sabato la domenica e i giorni festivi è disponibile il servizio con risponditore automatico.


Gemmo per la Pubblica Illuminazione


Il modello di gestione Gemmo della Pubblica Illuminazione, attraverso l’utilizzo di tecnologie altamente innovative – tra cui un sistema integrato per il telecontrollo, sviluppato in-house e senza confronti sul mercato -, offre un livello di efficientamento energetico incomparabile e assicura una significativa riduzione delle spesa pubblica complessiva. A oggi esso ha garantito ai Comuni (sia quelli aderenti alla convenzione Consip che a quelli che ricorrono al FTT - finanziamento tramite terzi) risparmi dell’ordine del 40-50% sulla spesa storica complessiva per la pubblica illuminazione (consumo, manutenzione e sostituzioni).

La struttura operativa della Divisione Pubblica Illuminazione di Gemmo è guidata dall’Ingegner Alessandro Visentin e, oltre al personale diretto, è composta da uno staff di oltre 40 persone dedicate alla gestione del Servizio Luce per le Pubbliche Amministrazioni, in Italia e all’estero. Attualmente la Divisione gestisce oltre 300.000 punti luce in più di 100 Comuni.


Allegati
Scarica qui il comunicato stampa ufficiale [254kb] Scarica qui il comunicato stampa ufficiale