Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookies Policy    

Gemmo SpA  »  AREA NEWS  »  Ospedale di Conegliano

Completati i lavori di ammodernamento e ristrutturazione realizzati dall’ATI Carron-Gemmo

Arcugnano - 10 ottobre 2011 – Con la cerimonia di inaugurazione odierna si conclude l’intervento di ammodernamento effettuato dall’ATI Carron-Gemmo presso l’Ospedale di Conegliano.
La struttura ospedaliera, che fa capo alla ULSS 7 Pieve di Soligo, da oggi è dotata di un nuovo Blocco Operatorio e di un Polo Tecnologico ammodernato nelle dotazioni e negli impianti; inoltre, sono stati totalmente ristrutturati piano terra e sottotetto dell’edificio Ala Ovest.

 

Blocco Operatorio
L’intervento effettuato da Gemmo ha riguardato:

  • Dotazione delle migliori tecnologie e degli arredi (compresi letti operatori e pensili medicali); dotazione di un sistema per la videocomunicazione con l’esterno in 2 sale e predisposizione per tutte le altre
  • Impianto gas medicinale nel reparto operatorio e nei piani terra, terzo e quarto a servizio degli ambulatori e di tutti i posti letto
  • Cabina di trasformazione MT/BT derivante dai gruppi elettrogeni di emergenza composta da n. 2 trasformatori da 2 MVA
  • Cabina di trasformazione MT/BT derivante da allacciamento alla rete fornitrice composta da n. 2 trasformatori da 2 MVA
  • Più di 150 quadri elettrici di BT per la distribuzione di energia elettrica.
  • Impianto di rilevazione incendio con sistema di comunicazione automatica di evacuazione in caso di evento di pericolo
  • Pannelli di gestione delle emergenze
  • Impianto di spegnimento incendio ad aerosol nei principali spazi dedicati allo stoccaggio di materiale del piano interrato.
  • Impianto antintrusione per il controllo delle effrazioni di porte e finestre
  • Impianto di controllo degli accessi mediante lettori di tessera magnetica
  • Impianto di chiamata personale infermieristico per la gestione delle comunicazioni tra posti letto e postazioni di sorveglianza
  • Impianto di trasmissione dati con più di mille punti presa.
  • Impianto di monitoraggio ambientale delle sale operatorie per l’analisi della qualità dell’aria
  • Impianto di orologi centralizzato
  • Impianto di supervisione dell’impianto elettrico, gestione delle luci di alcune zone e regolazione meccanica gestito da una postazione PC con accesso anche via Web
  • Impianto di segnalazione luminosa AVL per atterraggio elicotteri in elisuperficie
  • Impianto di energia in continuità assoluta per il funzionamento delle utenze principali e di tutto il reparto operatorio
  • Impianto di trattamento dell’aria con installazione di n 12 U.T.A. ubicate nei piani interrato e secondo che sfruttano i fluidi caldi e freddi generati dalle macchine del Polo Tecnologico ed il vapore prodotto dai generatori installati al piano interrato per ottenere il miglior grado di qualità dell’aria
  • Impianto antilegionella
  • Impianto di addolcimento dell’acqua
  • Impianto idrico sanitario e scarichi, compresa la realizzazione di più di 100 servizi igienici
  • Impianto di spegnimento incendi ad acqua mediante naspi ed idranti
  • Impianti di spegnimento incendi a schiuma mediante monitori auto-oscillanti per lo spegnimento degli incendi dell’elisuperficie
  • Impianto di gestione delle code ed indirizzamento agli ambulatori

Polo Tecnologico
Composto di centrale di cogenerazione, centrale termica, centrale frigorifera, cabina elettrica e n. 2 locali per i gruppi elettrogeni. L’intervento effettuato da Gemmo ha riguardato:

  • Realizzazione di una centrale di cogenerazione o, più propriamente, di trigenerazione poiché è in grado di produrre energia elettrica, energia termica ed energia frigorifera.

Schema_Conegliano

  • Potenziamento della centrale termica con l’installazione di una terza caldaia ad olio diatermico da 4.069 kW e l’aggiunta di due generatori di vapore da 3.400 kg/h. Uno dei due nuovi generatori di vapore funge da scorta sia per la produzione di vapore che per il sistema di produzione acqua di riscaldamento, a mezzo dei due scambiatori vapore/acqua a fascio tubiero (di complessivi 2.907 kW) avviati in caso di guasto di una caldaia. Installazione di un degasatore termofisico da 6.000 l.
  • Potenziamento della centrale frigorifera con l’installazione di due nuovi gruppi frigoriferi da 1.250 kWf ciascuno. Sono inoltre state installate due nuove torri evaporative da 1.500 kW. L’acqua refrigerata è inviata alle varie sottocentrali frigorifere tramite un gruppo di pompaggio a portata variabile e reti di tubazioni lungo il cunicolo sotterraneo fino al nuovo blocco operatorio e alle esistenti utenze
  • Costruzione di una cabina elettrica consistente nel quadro di M.T. che riceve l’energia da Enel, distribuisce l’energia al blocco operatorio e alla cabina dell’ospedale esistente e mediante n. 2 trasformatori da 2 MVA trasforma da media a bassa tensione per alimentare tutte le utenze del polo tecnologico attraverso i nuovi quadri elettrici
  • Installazione di n. 2 gruppi elettrogeni a gasolio della potenza complessiva di 3 MVA con cabina di trasformazione da BT a MT e rete i cavo di MT per distribuire l’energia alle cabine del nuovo blocco operatorio e del blocco esistente. Ttale intervento consentirà di garantire l’alimentazione delle utenze prioritarie anche in assenza di energia di rete
  • Realizzazione di un sistema di protezione acustica mediante barriere fonoassorbenti poste posteriormente all’edificio e a protezione delle torri evaporative, con setti fonoassorbenti inseriti nelle pareti delle centrali per assorbire e ridurre il rumore prodotto dalle centrali

Ala Ovest
Ristrutturazione del piano terra, realizzazione del corpo di collegamento con il blocco operatorio ed intervento di ristrutturazione del sotto tetto.
Piano terra dedicato ad ambulatori medici di cardiologia ed ortopedia. Piano sottotetto dedicato a vano tecnico.

Principali lavori effettuati da Gemmo:

  • Impianto gas medicinale nel piano terra a servizio degli ambulatori
  • Installazione di 2 nuove centrali di trattamento aria ubicate nel piano
  • Cabina elettrica alimentata attraverso conduttori elettrici posati all’interno del cunicolo dalla cabina del blocco operatorio.
  • Più di 30 quadri elettrici di BT per la distribuzione di energia elettrica.
  • Impianto di rilevazione incendio con sistema di comunicazione automatica di evacuazione in caso di evento di pericolo.
  • Impianto antintrusione per il controllo delle effrazioni di porte e finestre.
  • Impianto di controllo degli accessi mediante lettori di tessera magnetica.
  • Impianto di chiamata infermiera per la gestione delle comunicazioni tra ambulatori e postazioni di sorveglianza.
  • Impianto di trasmissione.
  • Impianto di orologi centralizzato.
  • Impianto di supervisione dell’impianto elettrico e regolazione meccanica gestito dalla stessa postazione PC del blocco operatorio.
  • Impianto di gestione delle code ed indirizzamento agli ambulatori


Allegati
Scarica il comunicato [113kb] Scarica il comunicato